google.com, pub-8172063191489395, DIRECT, f08c47fec0942fa0
 

14 Marzo 1861: il tricolore è bandiera del Regno

Il 14 Marzo 1861 il Tricolore diventa vessillo del Regno in sostituzione a tutti i simboli dei regni preunitari.

Da dove deriva il vessillo? Il tricolore si fa risalire al ’700: durante una guerra fu infatti investito di dignità regia il tricolore sabaudo. Con l'avvento di Napoleone, il tricolore fu usato per il “primo" regno d'Italia mettendo, su fondo bianco, un incrocio tra due rombi e un quadrato con al centro l'aquila napoleonica che racchiudeva tutti i simboli dei regni conquistati - per inciso, il vessillo del Presidente della Repubblica riprende lo schema della disposizione dei colori napoleonici -.

Col 1848 il tricolore è il simbolo della rivoluzione piemontese e, con il 1861, divenne simbolo del Regno d'Italia, simbolo di Unità e Libertà. Dal 1948 è normato all'interno della Costituzione della Repubblica all'art. 12 «la bandiera della Repubblica è il tricolore italiano: verde, bianco e rosso a tre bande verticali di eguali dimensioni»


Viva l'Italia! Viva la libertà! Viva l'Unità! Viva il Tricolore!

0 commenti