google.com, pub-8172063191489395, DIRECT, f08c47fec0942fa0
top of page

App Immuni ai saluti: tra pochi giorni non sarà più attiva

Il 2022 è agli sgoccioli: tra pochi giorni saluteremo l’anno vecchio per dare il benvenuto a quello nuovo e, come da tradizione, getteremo via le cose vecchie e prive di utilità, inclusa la fallimentare app Immuni.



App Immuni: l’addio dopo il flop

L’applicazione Immuni, e con essa la piattaforma di contact tracing digitale, era stata creata allo scopo di monitorare i contagi di COVID-19 e di prevenire la diffusione del virus attraverso il tracciamento dei contatti. Tutto interessante e promettente sulla carta, peccato che all’atto pratico la piattaforma non sia mai stata davvero utile e che il suo fallimento sia stato certificato un mese dopo l’altro, specialmente nella fase più acuta della pandemia. Di fatto, l’unica vera utilità dell’app Immuni è stata quella relativa al Green Pass — comunque ottenibile sul proprio smartphone anche in altri modi più pratici —, ma la fine dell’emergenza sanitaria ha portato alla progressiva dismissione anche di tale strumento.


Alla luce di quanto detto, la fallimentare app Immuni avrebbe potuto essere disattivata già molti mesi fa e probabilmente nessuno se ne sarebbe accorto e adesso abbiamo anche una data ufficiale: come riportato sul sito del Ministero della salute, “Dal prossimo 31 dicembre, sarà dismessa la Piattaforma unica nazionale per la gestione del Sistema di allerta Covid-19 e la relativa App IMMUNI, che ha avuto la finalità di allertare le persone entrate in contatto stretto con soggetti risultati positivi”.

In conseguenza della sua disattivazione, l’applicazione non sarà più scaricabile da Google Play Store, App Store e AppGallery e, ove già installata sul dispositivo, “non funzionerà più per attivare e ricevere le notifiche di allerta di eventuale contatto stretto con altri utenti della App per le finalità del contact tracing digitale”. L’app non potrà essere più utilizzata per l’ottenimento delle Certificazioni verdi COVID-19 (cd “green pass”), ma rimarrà sfruttabile per la conservazione di quelle previamente acquisite (per il resto, rimarranno a disposizione gli altri strumenti online: App IO, Fascicolo Sanitario Elettronico e sito www.dgc.gov.it). Con la disattivazione della piattaforma di tracciamento dei contatti e dell’app Immuni, verrà interrotto ogni trattamento di dati personali effettuato dal Ministero della salute a norma di legge.



0 commenti
bottom of page