google.com, pub-8172063191489395, DIRECT, f08c47fec0942fa0
top of page

Basilicata: Superiori, si ritorna in presenza

Ebbene sì, dopo 3 mesi di DaD anche gli studenti delle scuole superiori della Basilicata potranno ritornare in presenza anche se solo al 50% come prevede l’ordinanza firmata dal governatore Vito Bardi (centrodestra). Ora saranno i dirigenti scolastici a stabilire come le lezioni dovranno essere programmate con la didattica mista (Didattica in presenza e Didattica a Distanza). Questa una sintesi dell’ordinanza n. 4

Il presidente della Regione, Vito Bardi, ha emanato oggi l’ordinanza n. 4, con la quale dispone che il rientro dei ragazzi a scuola avvenga con trasporti pubblici che garantiscano il giusto distanziamento. E’ stata perciò dimezzata la capacità dei mezzi di ospitare gli studenti e sono state ordinate corse aggiuntive che possano consentire la sicurezza dei ragazzi. Da domani, infatti, cesseranno gli effetti dell’ordinanza che dispone la didattica a distanza al 100 cento per cento per tutti gli studenti delle scuole superiori. In questo periodo la Regione Basilicata ha garantito ai Comuni i fondi necessari per uno screening mirato a tutti gli studenti che dal 1° febbraio rientreranno, anche se parzialmente, nelle loro scuole per la didattica in presenza con i loro professori. Le attività di monitoraggio sanitario sulla popolazione scolastica continueranno con particolare attenzione, in piena sintonia e cooperazione con le autorità scolastiche, per garantire una sempre maggiore sicurezza di una fascia, quella adolescenziale, che sta affrontando con grandi rinunce e senso di responsabilità questo periodo così difficile anche per loro, in cui sono messe da parte abitudini e aspirazioni. L’ordinanza è pubblicata sul Bollettino speciale n. 9 del 29 gennaio 2021

Anche i trasporti, secondo la regione verranno potenziati per soddisfare i bisogni della popolazione scolastica e non. Ecco il messaggio del consigliere Merra:

“La Giunta regionale nella giornata di ieri ha ratificato il Piano operativo straordinario per il potenziamento dei servizi di trasporto pubblico locale. L’obiettivo è quello di consentire il rientro in classe in sicurezza della popolazione studentesca dal 50 fino al 75 per cento”. Lo afferma l’assessore regionale ad Infrastrutture e Trasporti, Donatella Merra. “Partendo dai documenti prefettizi, frutto di un lungo lavoro di condivisione e concertazione ai tavoli operativi – prosegue l’esponente dell’esecutivo lucano – si è redatto un programma che prevede la messa su strada di un cospicuo numero di mezzi rinvenibili dalle attività di noleggio conto terzi. Vi è – spiega – una duplice previsione operativa: con riferimento al rientro al 50 per cento degli studenti e con riferimento al rientro al 75 per cento. Nel primo caso il servizio sarà implementato con una dotazione di circa 50 autobus, nel secondo, con almeno 110 mezzi. È stato necessario, come detto in precedenza, l’ulteriore sforzo da parte della Regione, di anticipo delle risorse ancora non ripartite dal governo a valere sui fondi previsti per fronteggiare l’emergenza Covid-19 in relazione ai sistemi di trasporto. Il provvedimento approvato – dice ancora l’assessore – contiene un chiaro indirizzo, al fine di impiegare i mezzi destinati al noleggio con conducente e conto terzi, così da venire incontro ad un settore, quello del trasporto privato, in forte sofferenza, in quanto segmento fondamentale della filiera del turismo, ad oggi completamente ferma. Crediamo fermamente – conclude – che l’attività didattica in presenza sia una prerogativa irrinunciabile per i giovani e che il trasporto debba contribuire a questo importante obiettivo”.

Siete d’accordo sul rientro? Scrivetelo nei commenti.👇

0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

コメント


bottom of page