google.com, pub-8172063191489395, DIRECT, f08c47fec0942fa0
 

Bassetti: "Avere coraggio di chiudere guerra il 31 marzo"


Via subito le mascherine all'aperto e, nel giro di poco, anche all'interno di locali e supermercati. E "non rinnovare lo stato di emergenza, in scadenza il 31 marzo, perché in un Paese con 60 milioni di abitanti, se ci sono meno di 1500 persone in terapia intensiva per Covid non si può parlare di emergenza". E' l'opinione dell'infettivologo Matteo Bassetti, direttore della clinica malattie infettive dell'ospedale San Martino di Genova che in un'intervista all'AGI spiega: "Dovremo avere il coraggio di dire il 31 marzo che la guerra è finita. Ok al mantenimento di qualche misura, non certo la mascherina all'aperto,  ma basta ‘terrore', anche perché questo stato di continua insicurezza non giova alla salute degli italiani. Oltre che all'economia".



0 commenti