google.com, pub-8172063191489395, DIRECT, f08c47fec0942fa0
 

Commento Tecnico Post-Partita di Moliterno-Melfi

Il Melfi per rimanere nella zona playoff e per non allontanarsi dalla serie D dopo la vittoria contro l’Elettra Marconia in finale di Coppa, il Moliterno per continuare il suo percorso di salvezza. Una partita che arriva in un momento cruciale per il cammino delle due squadre a 9 giornate dalla fine del campionato.


Partita che si è aperta con un grandissimo possesso palla dei federiciani che hanno concesso, durante i primi minuti di partita, solo un paio di ripartenze al Moliterno. Prima occasione arrivata al 9’ minuto. Cross dalla sinistra con Periale che si è alzato in volo colpendo bene la palla di testa prendendo in pieno il palo della porta difesa da Menendez. Melfi in crescendo dopo quest’azione con tante azioni create dall’offensiva di Mister Destino. Al 17’ tutte le fatiche sono state ripagate. Azione sviluppatasi da calcio d’angolo con Possidente che ha stoppato palla e, in una semirovesciata, ha messo palla dove il portiere non poteva arrivarci prendendo anche il palo. Dunque 1-0 e palla al centro. Al 20’ altra giocata preziosa di Periale. L’argentino ha ricevuto palla stoppandola al volo mettendo la sfera di poco fuori. Al 28’ prima occasione del Moliterno su errore di Sindic. Il centrocampista serbo ha sbagliato il passaggio servendo Ferrario che, al limite dell’area di rigore, è scivolato permettendo alla difesa di riconquistare palla. Al 33’ seconda azione per il Moliterno. Dopo il tiro centrale di Capezzuto, il Moliterno è ripartito servendo Ruocco che l’ha stoppata tirando di poco fuori non facendo intervenire Nappo. L’ultima emozione del primo tempo è arrivata al 45+2’. Periale ha recuperato palla a 6 metri dalla porta, ha provato di potenza ma ha colpito una traversa clamorosa lasciando, di fatto, la partita ancora aperta.


Il secondo tempo si è aperto sulla falsa riga del primo, con il Melfi molto offensivo. Ma al 5’ è arrivato il pareggio a sorpresa del Moliterno. Ferrario ha preso palla dopo un’acrobazia di Ruocco e, a sua volta, ha messo il pallone al volo dentro la porta lasciata vuota da Nappo. Il Melfi ha subito senza dubbio il colpo e, infatti, il Moliterno ha iniziato ad alzare il baricentro mettendo in seria difficoltà il Melfi. Gialloverdi che si sono fatti rivedere pericolosamente al 15’ con Lioce che ha messo palla dentro l’area di rigore servendo Falanga che non è riuscito a calciare dentro la porta, forse perché spinto. Resta il fatto che, dopo quest’azione, il calciatore gialloverde è uscito dal campo per infortunio. Dopo quest’azione le due squadre si sono allungate molto provando diverse volte a calciare in porta trovando, però, pronti i rispettivi portieri. Al 36’ si sono vissuti attimi di paura. All’improvviso, un calciatore del Moliterno si è accasciato a terra, per cause da chiarire. Dopo una decina di minuti, i sanitari presenti sul posto, hanno portato via il calciatore in ambulanza per fare degli accertamenti. Dopo questo brutto momento si è giocato per altri 11 minuti senza più grandi occasioni per le due squadre. Il Melfi ha perso una grande occasione per allungare sulla Vultur mentre il Moliterno ha conquistato un punto importantissimo.

0 commenti