google.com, pub-8172063191489395, DIRECT, f08c47fec0942fa0
top of page
  • Immagine del redattore

Decima tappa del Tour: Colpo grosso di Bilbao nel ricordo di Gino

La decima tappa è la tipica frazione adatta a quei corridori con lo spunto del colpo di mano, l'altimetria presenta una serie di insidie che potrebbero stuzzicare la voglia di molti corridori. Dopo un inizio frenetico fatto di scatti e contrattacchi che hanno visto protagonisti anche i big di classifica tra cui Pogacar, Vingegaard e Simon Yates, se ne vanno via in quattordici. Il vantaggio massimo dei fuggitivi si assesterà intorno ai 4'. Tra i battistrada e il gruppo maglia gialla c'è talmente molta frenesia che a metà percorso evadono dal gruppetto dei migliori due campioni del calibro di Wout Van Aert e Mathieu Van der Poel. Sulla Côte de la Chapelle-Marcousse tenta l'affondo in solitaria il lettone Neilands, il gruppo dei fuggitivi si spacca in due tronconi. L'assolo di Neilands termina a 3 km dal traguardo quando viene raggiunto dal primo gruppetto degli inseguitori. Sul rettilineo finale parte lungo Ben O'Connor raggiunto prima da Zimmermann e poi da Bilbao. il colpo grosso lo porta a casa il basco della Bahrain che dedica la sua vittoria a Gino Mader, recentemente scomparso al Giro di Svizzera. Pello Bilbao risale anche in classica generale posizionandosi al 5°posto, resta ancora in giallo Jonas Vingegaard. Domani arrivo a Moulins con i tornanti della Côte de la Croix Blanche che potrebbero risultare decisivi in chiave vittoria di tappa.

Tpi

0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page