google.com, pub-8172063191489395, DIRECT, f08c47fec0942fa0
top of page
  • Immagine del redattore

Decima tappa del Tour de France: Vittoria di Philipsen



Si apre la seconda settimana di questo Tour de France con una frazione semplice dedicata alle ruote veloci dopo la giornata di riposo di ieri.

Si parte da Orléans per arrivare a Saint-Armand-Montron dopo 187 km pianeggianti e senza nemmeno un Gran Premio della Montagna; unica incognita il meteo.

Non prende il via, dopo l'incidente di domenica, Alexandr Vlasov per via di una frattura alla caviglia. Duro colpo per il leader della RedBull-Bora-Hansgrohe Primoz Roglic, sinora il russo si era dimostrato il suo miglior gregario, anche nel vittorioso Giro del Delfinato.

I primi movimenti si vedono ai 140 dal traguardo, quando si avvantaggiano i due belgi Vanhoucke e Goossens, che prendono subito un vantaggio superiore al minuto, in vista del traguardo volante di giornata; si rialzeranno subito dopo.

Mathieu Van Der Poel lancia Jasper Philipsen verso la vittoria nella volata del gruppo rischiando, involontariamente, di innescare una brutta caduta chiudendo Girmay contro le transenne.

Non succede assolutamente più nulla sino alla volata finale.

Lo stesso traguardo che vide trionfare Cavendish nel 2011, premia Jasper Philipsen, lanciato alla perfezione questa volta dalla sua squadra, con Van Der Poel come ultimo uomo.

Settimana vittoria al Tour per lui, che supera di due biciclette la maglia verde Girmay e Ackermann. Quarto un redivivo Van Aert.

Non cambia nulla nei piani alti della classifica generale in vista del Massiccio Centrale di domani.





0 commenti

Comments


bottom of page