google.com, pub-8172063191489395, DIRECT, f08c47fec0942fa0
 

DIDATTICA A DISTANZA, MIEI PENSIERI SCRITTI DURANTE LA QUARANTENA

5 Consigli per interpretare la scrittura: Studio della Calligrafia.

edicusano.it

Durante emergenze nazionali estreme, si devono adottare misure estreme, come chiudere negozi, uffici e scuole, ma se queste misure dovessero durare molto tempo, si deve ricorrere all’aiuto della tecnologia, come? Usando lo smart-working, che vuol dire lavoro-agile, ma per la scuola? Lo smart-working si usa per gli uffici mentre per la scuola si usa la didattica a distanza che è sostanzialmente la stessa cosa del lavoro-agile. Agli studenti vengono proposte le videolezioni realizzate dal docente e pubblicate su una piattaforma raggiungibile tramite internet. In molti si possono chiedere se la didattica tradizionale sia meglio della didattica a distanza, specialmente in questo periodo difficile. Il mondo ha dovuto adottare le misure stringenti che comprendono la chiusura delle scuole a causa di questo terribile nemico invisibile: il virus. La didattica a distanza è uno strumento d’emergenza, che quindi non può sostituire la didattica tradizionale, infatti la didattica tradizionale, come hanno da sempre evidenziato studi sull’apprendimento effettuati da psicologi hanno evidenziato come la didattica in classe serva anche nel motivare gli studenti e spingerli a fare sempre meglio, mentre con la didattica a distanza gli studenti si possono scoraggiare al primo ostacolo che si può trovare, quindi i livelli di apprendimento sono più alti in classe davanti ad una lavagna che davanti ad uno schermo di un computer a casa. Secondo uno studio realizzato dai ricercatori di psicologia Geoff Kaufman dell’Università Carnegie Mellon e Mary Flanagan del Dartmouth College, la lettura su carta che avviene a scuola, favorisce la comprensione astratta del testo, quindi migliora anche il livello di riflessione mentale dello studente mentre il livello di attenzione stando sempre davanti un ad computer, col passare del tempo diminuisce. Quindi, anche secondo me la didattica a distanza non può sostituire la didattica tradizionale che è superiore a quest’ultima e quindi sono convinto che la didattica tradizionale sia il metodo migliore di insegnamento per gli alunni.

#attualità #Coronavirus #scuola

0 commenti

Post recenti

Mostra tutti