google.com, pub-8172063191489395, DIRECT, f08c47fec0942fa0
 

Eri tutta Roma, fuori il singolo degli Artù

Riceviamo e pubblichiamo il comunicato di Purr Press

Dolce in apertura e potente nel ritornello, “Eri tutta Roma” è la nuova ballad rock di Artù. Una canzone travolgente, da ascoltare guardando Roma dai finestrini di una macchina, in una giornata di sole.


Campo de’ fiori, Giordano Bruno, l’asfalto, i muri, una rosa rossa. Ogni dettaglio è allo stesso tempo scenografia e protagonista di una storia senza tempo, viscerale e libera. E se Giordano Bruno è la libertà di pensiero, l’eresia, l’amore descritto da Artù, all’ombra della sua statua, è quanto di più potente possa esistere.


Dopo “Astronave” e “Mezzanotte meno un quarto”, mostra ancora una volta la sua indole pop-rock, che ben traduce gli aspetti più intimi e schietti della sua vena cantautorale.


Artù (pseudonimo di Alessio Dari), è un cantautore romano attivo dal 2013 nella scena indie pop italiana. Urla con velata dolcezza la sua rabbia, traducendo in suoni e versi una poetica schietta e mai banale. Tre i dischi all’attivo: “Artù”, “Tutto passa” e “Vola Ale!”. Nella sua intensa carriera live, ha affrontato grandi palchi, come quello del Coca Cola Summer Festival e del Concertone del Primo Maggio, e ha affiancato artisti come Mannarino, Brunori Sas, Niccolò Fabi e Max Gazzè.


Ascolta “Eri tutta Roma”: https://spoti.fi/3PKZV1q


ARTÙ PARLA DI “ERI TUTTA ROMA”:

Due persone fanno l’amore a Campo de' Fiori sotto la statua di Giordano Bruno. Un rituale laico.

Un amore potente, libero, al di sopra del bene e del male.

Nei loro occhi tutta Roma, le stelle e una fiamma che non si spegnerà mai.


Chi sono gli Artù?

ARTÙ | BIOGRAFIA

Esordisce nel 2013 l’album omonimo “Artù” (Leave Music/Universal Music): all’interno, “Giulia domani si sposa”, un brano scritto a quattro mani con Alessandro Mannarino. Il videoclip della canzone, diretto da Sabrina Paravicini, vede per protagonista l’attrice Giulia Bevilacqua e vince lo “Special Awards” al Roma Videoclip.


Nel 2015 rientra tra gli 8 vincitori di Musicultura con “La vecchia ha un dente di bronzo”.


Con l’uscita del secondo disco, “Tutto passa” (Leave Music/Sony Music), del 2016, Artù partecipa al Coca Cola Summer Festival, in onda su Canale 5 e resta nella chart Viral 50 di Spotify per settimane con il brano “Roma d’Estate”.


Il 2017 è l’anno dell’esibizione in diretta televisiva al Concerto del Primo Maggio a Roma e della partecipazione come ospite d’onore al Rino Gaetano Day, dietro invito della famiglia del cantautore scomparso.


Nel 2018 gli viene affidato da Anna Gaetano “Ti Voglio”, pezzo incompiuto del fratello Rino, che Artù porta a termine completando il testo. Il videoclip viene girato e disegnato da Maurizio Nichetti. Nella traccia, suonata dalla Rino Gaetano Band, anche la voce dell’indimenticato cantautore calabrese. Il pezzo anticipa l’uscita del terzo album “Vola Ale!” (Leave Music/Sony Music).


Nel 2019, reinterpretando “Cantico dei Drogati”, partecipa all’album tributo a Fabrizio De André “Faber Nostrum” (Sony Legacy/I Company), che vede la presenza dei maggiori esponenti della scena Indie italiana.


Oggi Artù è al lavoro sul nuovo disco, di cui “Astronave”, “Mezzanotte meno un quarto” e “Eri tutta Roma” sono i primi estratti.

0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

I GIUDITTA presentano l’omonimo EP d’esordio, disponibile su tutte le piattaforme digitali: la band bresciana, che si è già distinta per l’attività live, incisiva e muscolare, inaugura il suo percorso