google.com, pub-8172063191489395, DIRECT, f08c47fec0942fa0
 

Germania, "Scholz ha vietato la vendita di Tkms"

Il cancelliere della Germania, Olaf Scholz, ha vietato al conglomerato industriale tedesco Thyssenkrupp di vendere la sua divisione per la cantieristica navale a uso militare, Thyssenkrupp Marine Systems (Tkms). Lo riferisce il quotidiano "Handelsblatt", ricordando che, all'inizio dell'anno, l'amministratrice delegata di Thyssenkrupp Martina Merz si era espressa a favore della cessione di Tkms, senza consultare gli organi del gruppo. I potenziali acquirenti erano stati contattati "in tutta Europa". In Thyssenkrupp,

la decisione dell'Ad aveva causato irritazione. Inoltre, l'iniziativa di Merz era stata giudicata "ingenua". Da un lato, ha osservato un dirigente di un'azienda della difesa,

"ogni costruttore navale in Europa conosce la situazione del Tkms, dall'altro questa procedura è insolita per le compagnie di armamenti". Il manager ha aggiunto che "tutti

hanno parlato con tutti, e spesso", della possibile vendita della divisione navale di Thyssenkrupp. A ogni modo, la decisione definitiva sarebbe spettata al governo federale. A

febbraio scorso, Scholz avrebbe quindi chiesto a Merz di non insistere sulla cessione di Tkms. Per "Handelsblatt", tale richiesta equivale a un divieto. Tkms è rimasta quindi

parte di Thyssenkrupp, che ora può beneficiare in questa divisione dei piani di riarmo adottati da diversi Stati a seguito della guerra mossa dalla Russia contro l'Ucraina.



0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

A Casalecchio, nel bolognese, si è assistiti a scene inquietanti e raccapriccianti per un soggetto medio che abbia un minimo di buon senso. Una rissa tra baby-gangs locali durante la quale, un quindi