google.com, pub-8172063191489395, DIRECT, f08c47fec0942fa0
top of page

Lancia un petardo che esplode in testa all’amico 28enne: è grave in ospedale

Un uomo ha ferito gravemente un suo amico, lanciando un petardo che lo ha raggiunto accidentalmente alla testa. L'episodio è avvenuto nella serata di ieri, venerdì 29 dicembre, sul litorale Sud della provincia di Roma. Il petardo è esploso contro un ventottenne, che si trova ricoverato in Terapia intensiva con prognosi riservata. Sulla vicenda indagano i carabinieri della Compagnia di Anzio, che sono intervenuti per ricostruire la dinamica dell'accaduto e hanno inviato per conoscenza dei fatti un'informativa alla Procuradi Velletri.



Non è la prima volta che accadono episodi del genere purtroppo, ma ogni anno, soprattutto in prossimità del Capodanno, molte persone restano ferite più o meno gravemente dall'esplosione accidentale di petardi, che in alcuni casi hanno provocato la perdita di dita, mani ed altre parti del corpo, dunque conseguenze purtroppo irreversibili. E sono molti gli interventi che ogni anno mettono in atto le forze dell'ordine a tutrela della salute, sequestrando botti, petardi e fuochi d'artificio illegali, potenzialmente difettosi e pericolosi.


Secondo quanto ricostruito dai militari i due amici erano ad una festa vicino Roma, organizzata in un locale, quando uno ha acceso un petardo, che è esploso in testa all'amico, un operaio incensurato, mentre si trovava all'aperto. Subito è stato chiamato il Numero Unico delle Emergenze 112 e sul posto è intervenuto il personale sanitario in ambulanza. Il ventottenne è stato preso in carico e trasportato con urgenza in codice rosso all'ospedale Riuniti di Anzio. Date le sue condizioni di salute che sono parse subito gravissime è stato trasferito a Roma al San Camillo.



0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page