google.com, pub-8172063191489395, DIRECT, f08c47fec0942fa0
top of page

NUOVO VIRUS FA IL SALTO DI SPECIE!

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è image.jpeg

La Cnn, parla di un’epatite che possono avere i topi. Nel 2018, la prima persona era stata contagiata da questa malattia ma, ultimamente, si sono registrati, sempre in Cina, altri 10 nuovi positivi nella zona di Hong Kong, dove l’ultimo caso si è registrato una settimana fa. Come è stato intitolato un articolo, si parla di una forma di epatite E che si pensava potesse infettare solo i topi ma, tutti si sbagliavano. Un salto di specie? Non si sa ancora come abbia fatto questo virus ad entrare nell’uomo così facilmente. Il paziente 0, risale al 2018 (un 56 enne di Hong Kong). I sintomi di chi ha contratto il virus sarebbero: febbre alta, ingrossamento del fegato ittero. ”All’improvviso, ci siamo trovati di fronte un virus che passa dai topi all’uomo”, ha dichiarato un microbiologo alla Cnn Siddharth Sridhar. Un giornale statunitense, sottolinea come i medici cinesi, hanno sottovalutato la situazione pensando che fosse un caso isolato. Ha detto Sridhar, che ci potrebbero essere centinaia e centinaia di positivi a questa malattia. Secondo l’OMS, non centrerebbero niente le carni o prodotti di origine animale, perchè il virus si puo’ trasmettere solamente tramite acqua o oggetti contaminati. L’ultima persona risultata positiva, non avrebbe nè fatto viaggi ultimamente, nè i suoi parenti hanno avuto sintomi riconducibili al virus e, non è entrato a contatto con acqua contaminata. Questi elementi, rendono complicati l’identificare il modo con cui è entrato in contatto con il virus. Inoltre non si conosce ancora il tempo di incubazione del virus. A parte gli 11 casi cinesi, a livello mondiale, solamente un altro caso, sarebbe stato scoperto nel 2019. Infatti, un uomo canadese è risultato positivo, pero’ aveva viaggiato di recente in Africa. Una soluzione per combattere questo virus è fare la derattizzazione ma, anche lavarsi bene le mani, igienizzare gli spazi con cura e conservare gli alimenti in frigorifero.

0 commenti

Σχόλια


bottom of page