google.com, pub-8172063191489395, DIRECT, f08c47fec0942fa0
top of page

Perché Zelensky si rifiuta di trattare in Bielorussia il cessate il fuoco fra Russia e Ucraina

Quarto giorno di guerra in Ucraina. Mosca vuole trattare in Bielorussia, ma Zelensky dice che non si possono aprire i colloqui di pace in un Paese da cui partono i missili.


La notte è stata "brutale". Le truppe russe hanno attaccato "zone abitate da civili". Lo ha detto il presidente ucraino, Volodymyr Zelensky, in un video messaggio diffuso su Facebook, dove ha accusato Mosca di aver attaccato anche obiettivi civili: "Hanno mentito sul fatto che non avrebbero toccato i civili, ma dalle prime ore dell'invasione le truppe russe hanno attaccato le infrastrutture civili. Hanno deliberatamente scelto tattiche per colpire le persone e tutto ciò che rende la vita normale: elettricità, ospedali, case", ha detto Zelensky.


Oggi è il quarto giorno di guerra in Ucraina, dopo l'invasione da parte della Russia. Nella notte sarebbero proseguiti i bombardamenti a Kiev e i soldati russi sono anche entrati a Karkhiv, la seconda città del Paese. Gli scontri sarebbero ancora in corso e le autorità hanno chiesto a tutta la popolazione di restare nei rifugi. Intanto Zelensky ha lanciato un appello ai cittadini di tutto il mondo, per andare a combatter in Ucraina contro la Russia: il presidente ha spiegato che starebbe istituendo una legione internazionale per tutti i volontari dall'estero. Anche il ministro degli Esteri, Dmytro Kuleba, ha chiesto agli stranieri di unirsi nella lotta in difesa dell'Ucraina. "Insieme abbiamo sconfitto Hitler, e sconfiggeremo anche Putin", ha scritto su Twitter.


Intanto il Cremlino, da parte sua, ha annunciato di essere pronto a trattare con l'Ucraina e di essere disposto a farlo in Bielorussia. Mosca ha già inviato una propria delegazione Golem per i colloqui. "Qualunque città va bene per i negoziati, Varsavia, Istanbul,  Baku… dove volete, ma non in Bielorussia", ha replicato Zelensky, affermando che non si possono iniziare dei colloqui in un Paese da cui stanno partendo missili in questo momento. Poi il presidente ucraino si è rivolto direttamente ai bielorussi: "Decidete chi volete essere, come vi guarderete in futuro negli occhi". Oggi i bielorussi sono chiamati a votare in un referendum costituzionale che permetterebbe al presidente Alexandr Lukashenko di restare al potere fino al 2035. "Dal vostro territorio uccidono i nostri bambini, distruggono le nostre case. Siate bielorussi, non Russia, noi combattiamo per il nostro Paese e il suo futuro", ha detto ancora Zelensky.




0 commenti

Commentaires


bottom of page