google.com, pub-8172063191489395, DIRECT, f08c47fec0942fa0
top of page

Samsung vuole farci conoscere queste novità della One UI 3.0 con Android 11

One UI 3.0

Il rilascio di Android 11 da parte di Google ha spinto i vari OEM a intensificare il lavoro per portare la nuova versione del robottino verde sui propri dispositivi e in prima linea non poteva mancare Samsung: il produttore sudcoreano si sta dando un gran da fare con la One UI 3.0, tra test interni e rilascio delle prime versioni beta.

Naturalmente i primi smartphone ad assaporare la nuova versione della One UI con base Android 11 sono stati quelli di punta: ai Samsung Galaxy S20 – dapprima in Corea del Sud e poi anche fuori dai confini domestici – pochi giorni fa si sono aggiunti i Samsung Galaxy Note 20.

Adesso, con il progressivo avvicinarsi del rilascio ufficiale della One UI 3.0 basata su Android 11 – che potrebbe avvenire già a novembre –, Samsung ha pensato bene di mettere in risalto le novità che essa porta in dote e che, sebbene non rivoluzionarie, promettono di migliorare l’esperienza utente («It provides you with meaningful innovations and improves your everyday life, ensuring that you adapt in the ever-changing world»).

Il riepilogo è stato condiviso dalla filiale della Malesia del produttore sul sito web ufficiale. A dirla tutta, Samsung Malesia non si addentra in dettagli tecnici, limitandosi ad esaltare i miglioramenti e le ottimizzazioni grafici della One UI 3.0.

Ad esempio, si pone l’accento sul rinnovato pannello dei quick toggle, che permette di gestire più comodamente i contenuti multimediali in riproduzione. In verità, non è una novità specifica di Samsung, ma di Android 11.

Lo stesso pannello delle notifiche è migliorato e ora fornisce più informazioni a colpo d’occhio, anche a smartphone bloccato.

Samsung sottolinea poi il lavoro di ottimizzazione compiuto per adattare al meglio la One UI 3.0 a schermi con diagonali e formati tanto diversi. Il pensiero va ovviamente al pieghevole Samsung Galaxy Z Fold2 5G (ecco la nostra recensione), che da chiuso usa una UI da smartphone “classico”, ma da aperto di avvicina di più ad un’esperienza d’uso simil-tablet.

Infine, Samsung non tralascia un riferimento alle complessive 10 categorie supportate dalla Dynamic lockscreen sulla One UI 3.0 (contro le cinque della One UI 2.5) e al supporto alle videochiamate a schermo intero.


0 commenti

コメント


bottom of page